Crea sito

Sito Artistico Esoterico di Upui

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


RITUALE NEL BOSCO:
RITUALE NELLA FIAMMA!

Nelle fasi di quel Rito l'Emozione pulsava nel mio animo e la Fiamma "danzava" all'unisono. Poi vidi le Presenze in circolo che disegnai, lo Schema Rituale che disegnai...

P.S. Potrete vedere tutte le mie ulteriori Creazioni collegandovi su Facebook dove pubblico ulteriore materiale grafico, richiedetemi l'amicizia se volete

I "Rotoli del Gioco Rituale" (le Carte della Signora Aradia)

Questa percezione è una conseguenza della precedente


In quella Notte (6 febbraio 2013) io ebbi come una sensazione molto forte, dapprima sentivo un rumore come di qualcuno che stesse scrivendo (potei udire il tipico rumore delle tracce lasciate da una matita) e comunque da questo rumore sentivo la foga e la passione del tratto: non è semplice spiegare, ma essendo io un artista posso dirvi che spesso i rumori delle tracce della matita è come se fossero una sorta di linguaggio, cioè si ha questa sensazione…il rumore delle matite che tracciano il foglio è come una melodia con la quale noi accompagniamo la realizzazione e l'immagine finale che poi viene nel foglio. L'odore del carboncino con cui disegniamo è simile a un incenso che propizia e ci aiuta nel focalizzare al meglio l'immagine.

Ma in quella Notte chiudendo i miei occhi io potei vedere come uno Spirito che andava scrivendo in fogli che parevano pergamene arrotolate, una dietro all'altra venivano trascritte e poi arrotolate e riposte. Notai che quello Spirito aveva come in specie di mano un mazzo di Carte che andava scartando e per ogni Carta scriveva, ogni Carta aveva il suo proprio "rotolo significativo" (Rituale scritto). Nei rotoli di pergamena venivano trascritti i significati e le allegorie "del Gioco" (Rituale), e mi colpiva molto comunque come una sorta di riverenza venisse data ad ogni Carta, lo Spirito per ogni Carta pronunciava come a bassa voce una sorta di "nenia", una Invocazione Rituale, ogni Carta che veniva "smazzata" veniva accompagnata da questa Invocazione, cioè proprio come una sorta di preghiera che serviva a propiziare.

Lo Spirito era bellissimo e come al solito volli disegnare tutto! Io penso che l'immagine con cui queste presenze interagiscono con me siano solamente delle immagini "fittizie", create allo scopo di generare nel mio animo tranquillità e pace. Non è mai semplice determinare la vera natura oggettiva e visiva di queste presenze, e penso che loro non facciano altro che ogni volta adattarsi all'animo che li percepisce attingendo proprio da lì informazioni per costruire la propria immagine. Ad ogni modo se il loro scopo è quello di volere colloquiare con me in assoluta armonia devo dire che riescono a farlo, perché li trovo veramente molto simpatici e belli.

Vedi il "Gioco degli Spiriti" ENTRA

INTRODUZIONE : Il "Gioco degli Spiriti" (le Carte della Signora)

…io vidi estrarre le Carte dagli Spiriti e queste ad una ad una venivano sistemate nello Schema, durante lo svolgimento del "Gioco Rituale", poi gli Spiriti pronunciavano come delle invocazioni e altri lo facevano a voce bassa…

Una Esperienza in data 1 febbraio 2013 legata alla Percezione e Realizzazione delle "Carte della Signora
Aradia" . Per entrare nella specifica sezione ENTRA

Gli Spiriti sono Gioia nell'Animo del Praticante...compagni del Rituale.

Arte è…un Universo che si schiude…

Foglio bianco per me è come un Universo che si schiude,
Guardando ho chiuso i miei occhi ed…Arte è!
Lasciare scorrere Arte nella mano, respirare le linee che percorrono.
Tracciare ogni Emozione solo tracciare, Celebrare ed eseguire uno Schema,
Arte è tutto questo è acqua fluida molto, chinarsi tra le pietre e mani bagnate.
La Pratica di questa è come una Melodia che cela il Rito,
nelle sue linee risiede il mio Altare Eccelso e la mia intenzione.
Elevato al Sacro Arte è come pregare per me,
è un Dolce Incontro con il Divino: piangere ed intensa Emozione.

Nelle Linee di Arte scorre la Bellezza,
ora il metodo e ora il fascino a seconda dell'estasi.
Come una Danza soave è l'incontro dell'Incontro,
e l'Emozione è la Melodia che accompagna Arte in ogni sua espressione.
Le linee come fondamenta ed è anche un ruscello che ristora,
mi soffermo nelle linee come in una conversazione, io mi ci perdo.
Attingere, riempire una brocca e bagnarsi le labbra e dissetarsi,
un terreno che calpesti a piedi nudi, foglie secche nelle mani e tra le dita.
Come terriccio i residui della penna

Un Universo che si schiude… per è Arte (Stregoneria)!!!!

A LATO NEL DISEGNO LO SPIRITO PRATICANTE: No! non è affatto semplice sintetizzare tutte le Emozioni avute, le Emozioni/Passioni provate. La Bellezza di quello Spirito mi colpiva...come se questi fosse un Compagno dell'Arte ritrovato. Ancora per me non è semplice spiegare, una ultima cosa la dico: mi accorsi ancora per l'ennesima volta che quello Spirito aveva al collo l'Emblema che apparteneva a "Quella Donna"...
IL RITUALE DI PRATICA....A seguito poi di quel Rituale, nella Notte venne lo Spirito e io lo guardai attentamente, tale era l'emozione che suscitava nel mio animo...per la Sua Bellezza....Guardai attentamente le sue "movenze nell'Arte" (Pratica Rituale) e trascrissi il "metodo di chiamata" e poi lo disegnai nello Schema.

Come una sorta di bisbiglio nelle mie orecchie...come in una confidenza fu Lei a svelarsi , ricordo che quella Presenza Eccelsa mi disse tra l'altro: "...mi chiamano con il nome di Aradia!". L'Emozione mi colse e cercai di imprimere nella mia mente ogni lineamento di quella SIGNORA, i suoi occhi mi affascinavano e i suoi capelli... io disegnai quella Emozione...

Lo "Spirito Praticante": I Semi della Pratica Rituale !

Ricordo che ebbi come una Visione, potei vedere uno Spirito che Danzava nel Luogo (Cerchio), la Sua Danza era così talmente coinvolgente che solo a vederlo provavo nel mio animo una fortissima Emozione…
Ricordo che poi lo potei vedere come "distribuire" dei semi, nel senso che da lui cadevano come dei semi che andavano nel Luogo, e inoltre mi guardava questo Spirito ed era molto Allegro. Io allora poi compresi il significato di quella Visione…..

I semi non erano altro che i risultati che provenivano da una Pratica costante, era il Praticante stesso che generava i Risultati di tutto quello che lo riguardava: il "Praticante diretto" (la Strega) come una sorta di seminatore del proprio campo interiore di Pratica, che andava poi a completarsi con il "raccolto" che lo portava al suo risultato.

Ma quello Spirito era Gioioso e Danzava, trasmetteva nel mio animo pace e tranquillità. Volli disegnarlo nella sua Danza.

P.S. Vidi che Aveva al collo l'Emblema che apparteneva a quella Donna….

Tutto questo Sito è la “Mia Creatura”, una sorta di Tempio in cui pubblicherò le mie Emozioni dai risvolti spesso oggettivi e artistici, non avendo la presunzione di essere creduto. L’esperienza con il Sacro è una questione personale e soggettiva e si manifesta in noi per come possiamo capirlo. Ho deciso da sempre di parlare del Sacro attraverso la mia esperienza personale e non da un punto di vista culturale citando libri o riferimenti di altri…gli DEI SONO VIVENTI adesso e non sono morti, e tutti noi abbiamo la capacità interiore di poterli sentire. Questo Sito contiene il mio sentire artistico e le mie Emozioni. Io Credo negli DEI, in quegli DEI che hanno risposto alla mia chiamata e mi hanno aiutato a recuperare qualcosa di molto importante, e poi…ho “incontrato Upui” (ma il percorso continua ancora e gli DEI parlano ancora). Eccomi….

)O( Upui )O(


SIGNORA Eccelsa! Egli è venuto ancora da me e io ho voluto ascoltare,
io ho voluto tendere la mia mano verso di lui e ho provato Emozione nel mio animo.
Ho
tracciato l'immagine della "Radice del Profondo" che aveva nelle mani e abbiamo Danzato insieme .

Distesi nella nuda terra io ho guardato Pano tracciare le "Linee" (linguaggio) seguendo ciò che tu dicesti in quella notte,
è stato lui poi a dirmi di tracciare l'immagine e imparare le "
linee del suo pensiero".
SIGNORA Eccelsa! Sono stata io a dare ascolto a Pano...

" Pano...Pano cà veni ni mia...ntà u vuscu nama a biriri..."

...Improvvisamente davanti al mio Cerchio di pratica mi si apri come una sorta di ingresso ad una grotta, una caverna che mi incuriosiva, e anche in questo avevo la consapevolezza che si trattava di uno stratagemma di
Pano per attirarmi in uno dei suoi “giochetti”, ed ero curiosa questa volta volevo vedere che cosa aveva ideato...


Sezione: La "Caverna di Pano" ENTRA

...Cominciò a girarmi la testa in quel momento, e a girare tutto, anche l’ambiente in cui mi trovavo girava vorticosamente. Come d’istinto feci per aprire la mia bocca e potei sentire le parole che entravano, non dalle orecchie ma dalla bocca e andava dritte nella mia testa. Pano non parlava più con il suono della voce, ma con l’immagine delle parole che facevo mie.....


Sogno: Megera poche parole….

Ebbi un sogno non semplice a sintetizzarsi nelle allegorie di Pratica ,

Potei vedere una Signora antica, una Megera come “danzare” al Rituale, e nelle sue “movenze” vi era tutto, tutto era raffigurato come in una sorta di testo scritto. Aveva poche parole da dire: ricordo che ci guardavamo solo negli occhi come se entrambi fossimo a conoscenza di come dovevano andare le cose, e ci si muoveva su “testi” già scritti e su invocazioni/evocazioni scontate…la solita prassi.
Ricordo che al collo portava l’ Emblema che era appartenuto a quella Donna anch’essa assai antica e che conosceva la Luna, ma poi ecco subito come a suggerire alla mia attenzione…la Megera che impugnava qualcosa. Nella sua mano qualcosa…ma come poteva averlo quella Megera? Il contenitore che racchiudeva l’Emblema di Pratica di Pano.

Mi resi conto in un secondo momento che tutta la rappresentazione alla fin fine “non esisteva” e che la Megera stessa non era altro che lo Spirito che la sovrastava e che andava “spiegando il Rituale” sulla base degli elementi acquisiti fino ad ora, e poi ci si guardava solo negli occhi, poche parole perché il “discorso” era quello..

Quello che doveva essere fatto andava fatto


Mi misi a “scolpirlo” nella allegoria, perché mi sembrava logico e chiaro. Ovvio che le cose dovevano stare in quel modo. E poi ancora la Megera che mi guardava come a dire: “a buon intenditor…Poche Parole”..

P.S. Ovviamente è solo un sogno, solo un disegno…nulla di più, poche parole….


La “Cavalcata della Strega…cavalcare il Rituale” ( 19 0ttobre 2012)

In quel sogno ebbi poi come la sensazione di cavalcare una Bestia che non seppi identificare, mi resi conto solo che rispondeva a ciò che in quel Rituale scrivevo, in quello Schema.
Era come se quella bestia in realtà non era altro che un Rituale scritto e che rispondeva solamente alla intenzione, la mia, che andava consolidandosi nello Schema stesso….

Compilavo lo Schema sulla base del Rituale arrivando a trascrivere tutta la mia intenzione, e vedevo poi che la Bestia “calpestava” tutto e tutti, un Rituale vivente che agiva sulla base di ciò che veniva trascritto..la “Strega che cavalca”….era una metafora in realtà, una metafora che serviva allo scopo di mascherare una intenzione scritta….

Il Rituale è Vivente, l’Intenzione è scritta….la Bestia che calpesta tutto. Una Metafora, un momento, un pensiero. Il mio animo ora è in armonia…la Bestia tace. Il Rituale vivente al momento è senza un nome scritto…..tutto ciò è un semplice sogno (vedi disegno a lato).

Non ci tengo assolutamente nell'essere identificato in automatico con ciò che è definita "tradizione italiana", questo perché significherebbe anche "avallare" quel "pensiero errato" che ritiene che sia solamente attraverso l'adesione meccanica a una tradizione che il Praticante (la Strega) giunge infine al "Potenziale" ( per "potenziale" ci si riferisce a prerogative interiori soggettive individuali) che è alla base della "Religione delle Streghe"!
Tuttavia non equivochiamo sui termini, la mia è certamente una forma di Stregoneria italiana, nel senso che io vivo ed opero in Italia, ma se ho fatto quello che ho fatto ciò è avvenuto perché mi sono "tirato su le maniche" e ho lavorato sulle mie "reali potenzialità" di cui non ero a conoscenza: ho dovuto "conoscermi" per poterle scoprire e utilizzare ed è stato in quel preciso momento che poi è nata tutta la mia "Espressione Artistica" (la Tradizione Istintiva).

)O( Upui )O(

Su questo aspetto il mio pensiero è chiaro LEGGI

P.S. - Le mie Pratiche personali si rifanno al mio Sentire diretto, dove nulla è dato per scontato, nulla è creduto perchè letto da qualche parte, ma il tutto nelle mie Pratiche è scritto per esperienza diretta con il Sacro e i Numi dell'Arte, chiamiamoli anche così (i termini sono sempre delle convenzioni che non mi dispiacciono affatto). Allo stato attuale mi interessa portare avanti tutta l'Esperienza che sto avendo con Pano, o per meglio dire è giunto il momento di portarla avanti. Ciò che è venuto fuori ovviamente nel mio caso è pura e semplice "Espressione Artistica" (Stregoneria). Attraverso Schemi di Pratica e Creazioni di Potere che ho ampiamente documentato in questo sito e nella relativa sezione.

L'Amore per il Sacro che io manifesto attraverso le mie numerose Creazioni Artistiche, che non sono fatte o stampate in modo meccanico allo scopo di specularci sopra: questo NON E' un negozio virtuale dove acquistare Pentacoli o Altro, questo E' IL TEMPIO SACRO di un Praticante!

Spesso mi sento dire che dovrei vendere le mie cose e trovare anche un possibile sbocco lavorativo in questo senso, e io rispondo che sono
TROPPO IDIOTA per fare una cosa simile, anzi, finora ho sempre fatto dono delle mie Emozioni a quanti mi conoscono e anche a quanti mi hanno fatto del male. Ma io Credo in tutto questo, quando Creo o quando disegno io piango e incontro il Sacro nel mio animo che per me riveste una importanza molto fondamentale. Dedico ogni mia energia e pensiero a questo Percorso che è il mio, dunque ci devo pensare.

Non ho scoperto il Sacro da pochi giorni oppure perché mi sono letto un libro sulle Streghe, sin dall'Infanzia ho avuto molta Fede in ciò che i miei genitori in buona fede (scusate il gioco di parole) mi insegnarono e alla quale Credetti molto fino all'Evoluzione inevitabile di quel Percorso che mi ha portato alla riscoperta interiore di qualcosa che mi ha dato ogni risposta.


Non tutto si trova pubblicato in questo Sito, poiché alcune esperienze sono difficile da raccontare e anche alcune mie Creazioni non si possono pubblicare, questo perché ho sempre notato che in giro ci sono troppi furbi che pensano di avere tutte le risposte e ti giudicano. Non ho paura dei loro giudizi, però non ritengo di dovere dare le "perle ai porci" e dunque certe esperienze non le pubblico o le condivido al massimo con pochi e fidati Amici/Fratelli/Sorelle .

Comunque penso che i miei detrattori hanno ragione almeno su un punto: questo per certo è il Sito di un IDIOTA ( proprio perchè non sto speculando affatto, lo scopo di questo sito è quello di trasmettere una Emozione). Ma rispondo anche a loro dicendo che io non posso fermarmi e che devo andare avanti in questo Sentiero che richiede DEDIZIONE E PASSIONE…in questo MIO SENTIERO CHE COMPRENDE IL SACRO E A CUI ATTRIBUISCO TROPPA IMPORTANZA, forse veramente troppa!!!!
)O( Upui )O(

Quì a lato la fotografia delle "Tre Pietre" che Pano ha lasciato nel Bosco come segno della Sua Presenza, in quella Visione mi indicava il Luogo dell'Incontro (Sabba).

Sezione: la "Caverna di Pano" nel Bosco

SIGNORA Eccelsa! Egli è venuto ancora da me nel Bosco e ho potuto vederlo tracciare le "linee" nella Terra, ho potuto leggere le "Parole Antiche". Poi mi ha chiesto di dargli la mia mano e ho potuto vedere la materializzazione oggettiva dell'Accordo (che realizzai poi in fusione di stagno). Ho trovato nel terreno la Sua Impronta come una firma per tutto ciò che è successo

Le mie esperienze con Pano vanno ad intensificarsi e questa è una sezione specifica che nasce proprio sulla base dell'Emblema "...di Cerimonia" che mi è stato dato da Pano stesso nel Bosco. Muovendomi in quella sorta di "Centro Cerimoniale" mi imbattei in una parete incisa, in cui era riportata l’immagine che adesso identifico con Pano o con una manifestazione di qualche tipo ma comunque sempre legata a concetti boschivi in merito al Pano classico, e comunque già in quel periodo l’immagine mi aveva dato da riflettere. Ma era finito tutto così, mi colpiva quella incisione e dunque procedetti a disegnare come avevo fatto per tutto il resto.


LA CAVERNA DI PANO
"Io ho scelto di Seguire Pano nel Bosco...IO HO SCELTO! "
"...Pano Mi parla nelle orecchie e dice che lui può rivelarmi il segreto…la “chiave” che è insita nel metodo, e mi chiede se io intendo ascoltare e imparare. Ma lui mi sta vicino, troppo vicino….mi sto come abituando a sentirlo e ad averlo vicino, mi sto "assuefando" a lui..."

La Percezione degli Spiriti ( Eseguire il Rituale)

Fu in quella Notte che mi svegliai al rumore come di qualcuno che tracciava delle righe sul pavimento, sentivo come tracciare delle righe e continuava, continuava. Mi svegliai e guardai nella mia stanza e poi vidi che davanti all'ingresso della mia stanza uno Spirito stava tracciando un Sigillo di Protezione. Nel mentre lui stava tracciando io lo guardavo e lui sembrò come non accorgersi di me dato il "lavoro" che stava eseguendo, continuava a scrivere e a tracciare. Solamente a "lavoro" finito alzò lo sguardo verso di me...e mi disse: "Upui e così che devi fare...tracciare i loro nomi e poi attivare l'Opera"! Io lo guardai quello Spirito e volevo ricordare per poterlo disegnare...lo guardai intensamente....

Poi vidi lo Spirito che cavalcava come una sorta di scopa, evidentemente era una allegoria che andava interpretata sulla base dell'accadimento. Vidi lo Schema che andava a comporsi e inoltre vidi i Sigilli che andavano a confermare tutte le "Intenzioni" scritte in quel documento. Lo Spirito se la rideva, come una risata grassa...affermava che tutti i loro nomi erano stati trascritti negli Schemi che dovevano venire. Io non capivo che cosa intendeva dire, non riuscivo a comprendere di chi stesse parlando...ed è interessante, poichè in questo "accadimento" lui si riferiva anche a ciò che avvenne nel precedente, come se i due Schemi in realtà fossero un tutt'uno...un unico episodio...un unico Rituale da scrivere...

Io disegnai ciò che potei vedere....disegnai....

CREARE UN EMBLEMA/TALISMANO vi spiego un modo senza pretesa alcuna per potere creare un Pentacolo e usarlo quindi come protezione o emblema del Praticante ENTRA

La Stregoneria non è di monopolio esclusivo di una qualche tradizione, ma questa viene a "costruirsi" sulla base di una pratica diretta e personale, dunque a ragione si può parlare di Stregoneria solamente quando questa riesce a manifestarsi attraverso i risultati a cui giunge il "Praticante diretto" ( la Strega ). L'unica tradizione consigliata è sempre quella che il Praticante riesce a sviluppare e che alla fin fine lo porta a tutti gli effetti ad accostarsi al Divino.


PAELI ALLONTANA LA NEGATIVITA’!!!!

Cercherò di essere sintetico nella descrizione di questo “metodo” ma comunque spero almeno di fare capire qualcosa della mia Creazione. Ovviamente descrivendo questo “modo” non ho nessuna presunzione di fornire una qualche verità, mi limito solamente a parlare di un qualcosa che ho sentito nel mio animo di dovere realizzare sulla base di una certa situazione negativissima che ho vissuto…e nel preciso momento in cui ho pensato di dovere fare qualcosa, ecco che nel mio animo si è fatta strada una sensazione,una immagine,una Consapevolezza interiore…

LEGGI

La Danza degli Spiriti ( vidi germogliare lo schema)

Oggi domenica 11 dicembre 2011, nel pomeriggio mi sono assopito sul mio letto. Ebbi un sogno e potei vedere degli Spiriti che Danzavano al “suono” di tutta una serie di invocazioni specifiche
Comunque interessante è stato come ho potuto vedere comporsi quella visione. Potei vedere dal principio questi Spiriti che lanciavano come dei semi nella terra, vidi molti semi e
ciascun di quei semi non era altro che una invocazione, un rituale.
Ma vidi quegli Spiriti danzare con tanta foga, ed erano buffi mi affascinavano nella loro figura e ciò trasmetteva nel mio animo molta serenità e Gioia. Quegli Spiriti erano allegri e rivolgendosi a me mi dicevano di prestare molta attenzione a ciò che di lì a poco sarebbe avvenuto. Come ho detto quegli Spiriti apparivano molto simpatici e rimanevo molto colpita dalla loro immagine, la volevo disegnare.

Poi potei assistere a qualcosa di imprevisto, dal terreno vidi una pianta sbucare e crescere all’istante, crescere molto e andare in alto, vidi il “germoglio”. Gli Spiriti continuavano a dirmi di non dimenticare e di non distogliere l’attenzione,
la Danza affermavano era molto importante. Comunque sia guardai con molta attenzione tutta quella allegoria che si era composta: gli Spiriti Danzavano non al suono di una melodia ma danzavano al “suono” delle invocazioni e del Rituale stesso, il Rituale come una sorta di Danza a cui non bisogna distrarsi….il Rituale che poi porta in un secondo tempo al germoglio della intenzione. Accadè che mi svegliai e continuai ad avere nel mio animo forte ancora quella immagine, tutta quella Gioia e Serenità. Ed è proprio così infatti, il Rituale è una Emozione da cui non distogliere l’attenzione, una Emozione che porta poi alla nascita di un “Germoglio”.
Amici, ho fatto un disegno di quella immagine che ho visto e che è forte ancora adesso nel mio animo, quegli Spiriti così simpatici mi invitavano a non distogliere la mia attenzione. Disegnare poi è stato anche molto bello, perché come potrete vedere è possibile intravedere quegli Spiriti così simpatici con il loro messaggio….
non distogliere l’attenzione da quello che sarà poi in un secondo tempo una sorta di “germoglio”, il Nostro approccio alla Pratica e a tutto quello che ci riguarda. Danzare con Gioia.

Mi ha lasciato qualcosa di bello nel mio animo…una Gioia……

Tutta una serie di sogni alla fin fine mi portarono verso la maturazione di alcune consapevolezze importanti ENTRA



widget flash

weather
free counters

Torna ai contenuti | Torna al menu